Suonare la chitarra da autodidatta, si può?

Quante persone hanno provato nella loro vita a suonare uno strumento? Purtroppo sembra che non esistano statistiche o studi di questo genere, perlomeno in rete.
Se dovessi rispondere osservando la mia sfera di conoscenze personale, almeno il 50% dei miei amici hanno provato (con più o meno successo) nella loro vita a “strimpellare” uno strumento musicale e molti di loro hanno provato proprio a suonare la chitarra.
Di questi almeno il 70-80% ha provato con la chitarra, spesso  e volentieri da autodidatta.
Con quale esito?
Beh, alcuni di loro hanno coltivato la passione per questo o un altro strumento (direi un 15-20%), mentre la maggior parte di loro hanno abbandonato del tutto le loro velleità artistiche (almeno un 80-85%) .

Molti di questi insuccessi credo siano dovuti alle difficoltà che si riscontravano all’epoca nel reperire informazioni, metodi e consigli che li aiutassero a progredire.
Parliamo di appena 15-20 anni fa, ma ancora non avevamo a disposizione la miniera di informazioni/guide/tutorial ecc “gratuite” presenti oggigiorno sul web.
Serviva (e serve tutt’ora) una grande motivazione e una grande passione per superare i momenti di sconforto che tutti abbiamo incontrato nel percorso musicale.
Probabilmente alcune di queste persone, se avessero avuto solo un 10-20% delle informazioni attualmente a nostra disposizione in rete, avrebbero continuato a coltivare la loro passione in modo più o meno professionale.

E’ altrettanto vero che i più dotati sono sempre emersi e continueranno a farlo anche in futuro. Basti pensare ai vari chitarristi autodidatta del passato che hanno scritto la storia del rock senza prendere mai lezioni (Johnny Cash, Dave Mustaine, David Gilmour, Santana, Clapton… solo per citarne alcuni).

Guardate questo simpatico video dove Dave Grohl (batterista dei Nirvana fino al ’94 e frontman dei Foo Fighters dal ’95) spiega il suo “particolare” approccio verso la chitarra…

Quello che cercheremo di fare in questo e nei prossimi post è di guidare gli aspiranti musicisti autodidatti nell’organizzazione del proprio percorso di crescita, specialmente nel muovere i primi passi (quelli più delicati).
Inizieremo con la scelta dello strumento, per poi affrontare le basi della teoria, degli esercizi, del metodo di studio ecc ecc… suonare la chitarra non sarà più un mondo oscuro, ma un percorso da scoprire!

Prima di passare al sodo, una precisazione è d’obbligo:

suonare la chitarra  da autodidatta è sicuramente possibile, ma è altrettanto vero che risulterà più difficoltoso e più lento. E’ sicuramente consigliabile studiare con un maestro (sarebbe ancora meglio cambiare più maestri nell’arco di un percorso artistico). Detto questo, ci rendiamo perfettamente conto che questo comporta un costo economico e di tempo non indifferente, che molti non vogliono/possono sopportare. Mossi da passione, proveranno comunque la via del “fai da te”.

Per questo vogliamo evitare (o comunque limitare) gli errori che un principiante senza la supervisione di un maestro inevitabilmente commetterà. Errori più o meno gravi che troppo spesso portano lo studente ad abbandonare prematuramente lo studio dello strumento.

Cari Autodidattini, continuate a seguirci… e per ora godetevi questa NON LEZIONE DI CHITARRA 😉

 

Vi lasciamo con un disco memorabile di Bruce Springsteen suonato interamente chitarra, voce e armonica.. NEBRASKA

Ovviamente, se ve lo state chiedendo  la risposta è: sì, anche lui è autodidatta!

Se volete conoscere di più della storia del Boss vi consigliamo questo splendido libro..

Rispondi